Agricoltura e biodiversità

L’agricoltura intensiva ad oggi ha garantito rese elevate a discapito del buono stato dei sistemi idrici, delle fertilità del suolo, dell’incremento dei gas serra in atmosfera e contribuendo alla perdita di biodiversità, causando spesso il degrado di importanti sistemi naturali.
La soluzione a queste problematiche è un modello di “agricoltura sostenibile”, che tuteli le risorse naturali, garantisca prodotti di qualità e valorizzi il Made in Italy. Tale modello viene concretamente applicato all’interno delle Oasi del WWF con il progetto “Terre dell’Oasi” e promosso nella filiera agro-alimentare dell’area mediterranea.
L’obiettivo è creare un network di aziende che operino per la tutela e la valorizzazione della biodiversità (ad esempio, attraverso azioni di mantenimento degli agro-ecosistemi, connessione delle aree naturali, miglioramento della qualità e gestione del suolo, drastica riduzione degli agro-farmaci, ecc.) e incrementino le proprie performance verso la sostenibilità (ad esempio, migliorando le proprie impronte di carbonio, idrica e di azoto ecc.).

Golosi di natura

golosi di natura   Nell’ambito del programma del WWF per l’alimentazione sostenibile “One Planet Food”, nasce il progetto GOLOSI DI NATURA, realizzato grazie a The Space Cinema e Sarchio, che permette a tutti gli spettatori dei cinema di poter acquistare nei bar dei multisala i nostri prodotti buoni, sani e amici dell’ambiente. Per la prima volta in Italia e nel mondo è dunque possibile scegliere, all’interno dell’offerta dei punti ristoro dei cinema, cibi biologici e senza glutine. E contemporaneamente contribuire alla mission WWF perché ogni confezione sostiene in maniera concreta le Oasi del WWF. A partire dal mese di maggio 2015, all’interno dei multisala The Space Cinema di Milano - Cerro Maggiore, Parma e Roma - Parco de Medici, saranno disponibili i prodotti Sarchio “Sfogliatelle” e “Soffi di riso”, l’acquisto dei quali permette di donare 10 centesimi al WWF. L'Italia è uno dei Paesi più ricchi di habitat, piante e animali, e il WWF è in prima linea nella tutela di questo straordinario patrimonio di tutti. Nessun altra Associazione ha salvato in Italia oltre 30.000 ettari di natura, come ha fatto il WWF nelle sue Oasi. Luoghi straordinari che vivono grazie all’impegno di persone, appassionate, generose, competenti, instancabili. Ci sono aree che senza il WWF oggi non esisterebbero. Ci sono animali e piante che hanno trovato un rifugio sicuro, come il cervo sardo, ormai salvo dall'estinzione, o la lontra che continua a farsi vedere nell'Oasi di Persano, sul fiume Sele. Ogni Oasi è una vera e propria area protetta. Con un direttore e i guardiaparco che ci lavorano ogni giorno per curare le malattie che possono colpire un albero, prestare cure di pronto soccorso ad animali feriti dal bracconaggio, ma anche risolvere problemi di manutenzione ordinaria delle strutture di visita, dei sentieri, dei percorsi didattici, dei capanni di avvistamento dell’avifauna. Tutto questo perché è la missione del WWF e poi perché ogni anno 300.000 visitatori possano scoprire che la natura in Italia c’è ancora, non è stata ovunque sostituita dal cemento.
  • WWF  ♥  BIO
L’agricoltura biologica è un sistema integrato di produzione agricola, sia vegetale sia animale, che non solo consente di disporre di cibi più sani e saporiti ma cerca al contempo di ridurre il più possibile l’impatto ambientale delle attività produttive, basandosi sul rispetto dei processi ecologici, delle risorse (in primis suolo e acqua) e della biodiversità ed eliminando l’uso di sostanze chimiche di sintesi (come concimi, diserbanti, insetticidi, pesticidi, antibiotici). L'agricoltura biologica, proibendo l’uso di fertilizzanti e i pesticidi chimici per le piante, così come antibiotici e ormoni per gli animali, riduce significativamente il rischio di contaminazione dei corsi d’acqua e di bioaccumulo di sostanze tossiche nella rete alimentare. Si privilegiano inoltre varietà locali di piante e razze autoctone di animali (proibendo l'uso di organismi geneticamente modificati), preservando così la diversità genetica delle specie addomesticate, permettendo anche alle specie selvatiche di integrarsi alle pratiche agricole e contribuendo così alla conservazione degli habitat e delle specie selvatiche.

Il progetto Terre dell’Oasi

Agricoltura e conservazione della natura; paesaggio e sviluppo sostenibile. Queste le parole chiave di Terre dell’Oasi, il progetto che coinvolge le nostre aree protette dove si pratica agricoltura biologica e biodinamica in armonia con la Natura e per la sua tutela. Con i prodotti di Terre dell’Oasi (olio, pasta, miele, riso, sale) si contribuisce concretamente alla salvaguardia del paesaggio agrario e della biodiversità. Ogni risorsa ricavata dalla vendita e dalla diffusione dei prodotti viene infatti reinvestita nella gestione delle Oasi o in progetti di conservazione che si svolgono al loro interno. Attualmente sono tre le principali aree coinvolte nel progetto, ovvero, la Riserva regionale del Lago di Penne (Abruzzo), l’Oasi WWF della Laguna di Orbetello (Toscana), la Riserva Naturale Orientata Saline di Trapani (Sicilia) e la Riserva naturale regionale del Bosco WWF di Vanzago (Lombardia) ma il progetto mira ad espandersi progressivamente su tutto il territorio nazionale sfruttando le potenzialità del sistema che oggi conta 100 aree.

Il pane panda

pane-pandaNel 2001 nasce la collaborazione tra WWF e Novaterra Zeelandia SpA, la società italiana del gruppo Zeelandia presente in oltre 60 paesi, un’azienda specializzata nei prodotti di panificazione e pasticceria destinati ad utilizzatori professionali. Novaterra Zeelandia, oltre ad azioni di efficienza energetica e riduzione dei propri consumi e rifiuti, da sempre dedica grande attenzione alla provenienza e tracciabilità delle materie prime che utilizza. Da questa collaborazione, si sviluppa il progetto Pane Panda, ricco di semi di girasole e fibre, senza OGM. E nel 2011 nasce Pane Panda Bio, un mix di farine biologiche per fornai che consente ai consumatori di acquistare pane biologico in qualsiasi panetteria. Entrambi questi prodotti prevedono un sostegno concreto a favore delle Oasi del WWF.