Alimentazione e Salute

Per tutti gli esseri viventi il cibo è necessario per vivere, ma la qualità, la quantità e la tipologia di questo cibo possono influire molto sullo stato di salute. Siamo tutti estremamente consapevoli e giustamente preoccupati di ciò che respiriamo (smog, fumo e inquinanti) ma tendiamo a sottovalutare il ruolo prioritario che l’alimentazione riveste come determinante del nostro benessere fisico.
È quindi fondamentale rivedere gli attuali modelli alimentari alla cui base ci sono eccessi di proteine animali, di grassi – in particolare saturi – di zuccheri, scarsa presenza di frutta e verdura.
La cattiva alimentazione causa ogni anno un numero crescente di malattie quali diabete, malattie cardio-vascolari, obesità e tumori.
La dieta, inoltre, è una delle principali fonti di esposizione a contaminanti di origine antropica (per es. pesticidi, metalli pesanti, diossine, PCB, ftalati), che entrano in contatto con i cibi durante tutte le fasi che vanno “dal campo al piatto”. Si tratta di un “cocktail” di sostanze a cui siamo esposti giornalmente di cui deve essere seriamente valutato l’effetto dell’esposizione cronica, anche a dosi molto basse, soprattutto nelle fasce più vulnerabili della popolazione (come feti, neonati e bambini).
Molte di queste sostanze possono infatti alterare il nostro equilibrio ormonale e i loro effetti sono preoccupanti proprio perché sono spesso nascosti. Sensibilizzare e informare i cittadini sull’importanza di modulare l’alimentazione in modo da minimizzare l’esposizione a contaminanti e massimizzare gli effetti protettivi di alcuni cibi è uno dei nostri principali obiettivi per educare alla salute.